Vulgus Vult Decipi, Ergo Decipiatur!

«Pape Satàn, pape Satàn aleppe!»

Da qualche parte nella Confederation Helvetique, suppergiù a Davos: forse invece a Sils Maria? Ma no, a Davos davvero… La porta socchiusa della Gran Sala lasciava intravedere fuggitivamente da una parete a specchi, in una serie di prismi d’immagini, una compagine assisa in quello che pareva un fumoir d’antan: une sacre fraternité nella penombra della boiserieune petite bande?

DRkCVmnX0AAS5-F

Ad ogni modo boiserie o no una parete era oberata di schermi concavi ad alta definizione. L’audience, da cui esalava una sigaraglia a volute dense, concentriche, nell’aria, era intenta a rimirare le news passate da questo o quell’altro canale ‘puramente’ mainstream. “85.000 immigrati nel giro di un anno solo in quella Nazione” era la didascalia di una serie d’immagini TV, al che i commenti preponderanti dell’uditorio erano: “[…] così imparano, queste bestie parlanti [della Nazione in questione] cosa vuol dire vivere costantemente sotto la minaccia del Terrorismo panarabo […]” e grugnì, con un sonoro rutto di soddisfazione chi aveva esclamato quella frase. Presto un altro monitor switchó su un’altra news: “Assad Must Go!” e sì, un astante deglutì rumorosamente con evidente soddisfazione la sua dose di millesimato mentre borbottava: “Lui è un fantoccio che non ci serve più e poi e poi…”, pareva quasi titubante nell’esporsi ma poi si buttò: “[…] e poi dobbiamo importare là gli Alti Valori dell’Occidente Estremo: la Droga, la Pornografia, la Sodomia, l’Aborto, l’Eutansia, la Pedofilia, la Scatologia, il Parricidio, il Femminicidio, il Fratricidio, l’Incesto, il Genderismo, il Transumanesimo, insomma le triadi, le quadriadi della lussuria, dell’avarizia, dell’incontinenza piena, per non dimenticare la soppressione dei Deboli, dei Poveri, degli Inermi, dei Malati, dei meno dotati e non da ultimo degli Oppositori di qualsiasi risma e colore […]”. La platea digrignò i denti con estremo moto di soddisfazione ed intonò tutt’assieme: «Pape Satàn, pape Satàn aleppe!».

Il Capitale Totale § Jacques Camatte § alla Sua Oeuvre au Noir.

2.-

La barzelletta, da trivio, anzi da spogliatoio calcistico – notorio sito ove la Stupidità Umana Suprema assurge a vertici stellari – della Fine della Storia, ovverossia il post Post-Modern spiegato ai bambini, trova la sua speciosa glossa nel Nihil della Società che è nientedimeno lo Spettacolo del Nihil: il Falso è tutto vero. Camus, il para-gnostico, non per puro caso andava affermando che la Storia è una terra sterile in cui non sarebbe mai cresciuta l’erica. Qui si apre la botola del Boia: il Falso_tutto_Vero non è una reminiscenza, un’anticaglia tirata fuori dal comò d’antan tarlato delle instupidenti filastrocche filosofiche di quell’Adorno che assumeva empaticamente dosi di Hegel come si si assume il medicinale omeopatico contro la laringite esofagea e dunque il suo il ‘Vero è Falso’ è sconfessato dal suo più che perfetto contrario. Del resto ciò può risultare una sorpresa solamente per gli allocchi. Adorno non era nient’altro che il cugino stretto – ontologicamente parlando – di Leo Strauss: una lingua biforcuta vale l’altra; una, a caso, è peggio dell’altra. Ma torniamo a bomba. Tutto quanto è Nihil: il Nihil della ‘nostra Società coeva’ – la ‘Cosa Nostra’ – non è nient’altro che lo Spettacolo del Nihil corrente. Null’altro, azzerando tutto il resto – splende su questo Pianeta dopo il fall-out della Noosfera assolutistica della Pura Menzogna che domina il Globo. La Demo-Idiozia splende magicamente nel suo trionfo autoreferente.

Il ‘dito’ di Cattelan è l’icona omaggiante la Demo-Idiozia: Vulgus Vult Decipi, Ergo Decipiatur!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...