Dalla tomba di Engels

Dalla tomba di Engels provengono rumori, botti, strani, sommovimenti bizzarri. Sarà che il cadavre exquis di Engels ha saggiato il ‘vino nuovo’ del transumanesimo corrente, dell’apoteosi massima ora vigente della Teoria Dominante Gender: in parole povere, della morte celebrata del Sacro concetto di Famiglia quanto della sua versione macroscopica, lo Stato Etico? Che Engels stia capitombolando nella tomba? Niente – d’altra parte – fu più ingannevole – vera e propria Miseria della Storiografia – da parte sua, che identificare nel concetto di Famiglia nonché di Stato il preciso sinonimo, la perfetta omonimia, del Capitale. Oggidì il Capitale Totale, sinonimo più che perfetto delle Oligarchie Transnazionali Finanziarie a carattere Iniziatico, quanto totalizzante nella sua più smaccata, sulfurea, guisa di Dominazione Totale si è non solo liberato dell’una e dell’altra come merci_a_perdere, al pari di uno yogurth giunto a scadenza, ma ha dichiarato guerra ideologica, senza quartiere, a dispetto della tanto sbandierata fine delle ideologie, ad ambedue sino ad eliderle senza alcuna via di ritorno.

CatturVVVVVVVVVVVVa

 

Continua a leggere

Odio dunque Sono…

Bisogna ammettere ad onestà del vero, come pura, tentata testimonianza di un anelito d’onestà intellettuale, che gli sparuti volumi,[1] tanto in lingua italiana quanto in altre, che osano in qualche modo stilare una Narrazione alternativa, controcorrente alla communis opinio sul maremoto che si estrinsecò in tutto l’Occidente durante il Sessantotto pur rendendo conto, talvolta anche in maniera mirabile, dell’effetto tangibile delle Magie, dei Veleni e degli Incantesimi che furono all’opera allora o detta in altro modo, dell’operato delle Potenze dell’Aria [Potenze che fattivamente, prosaicamente si tramutarono dallo stato di ‘motore immobile’ a quello di Pura Efficienza sul Campo grazie alle loro longa manus: Servizi più o meno deviati, apparatniki usuali dei Mass-Media, Logge più o meno coperte, tanto le ’calde’ quanto quelle ‘fredde’, complessi militar-industriali, genghe dell’Accademia soi disant culturale, pool di scienziati che sanno soprattutto di non saper tutto ed ancora think-tank d’occasione et cetera et cetera] non danno menzione di un aspetto che invece vorremmo, in qualche guisa,  portare all’attenzione dell’eventuale lettore.

Cattura

 

Continua a leggere

Giuliano Ferrara docet!

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO:

Al tramonto, contemplare l’origine

Anche il […]  globalista Jovanotti ci fa la predica. Anche Ilaria Capua (dopo l’economia ci mancava anche la “salute circolare”!), che dopo aver sostenuto un governo ed un partito che hanno devastato la sanità italiana, lancia accorati allarmi da svariati pulpiti mediatici. Ma ci sono altri virus, più pericolosi per l’anima: Giuliano Ferrara, ad esempio, scriveva solo pochi giorni fa che la pedofilia è legittima, se c’è il consenso di una quattordicenne e se chi la pratica con ostinazione e senza pudore è amico del pingue delatore (https://www.ilfoglio.it/cultura/2020/02/15/news/matzneff-e-il-peccato-estinto-301988/?underPaywall=true).

Foto cortesemente di FRANCESCO LAERA

hasselblad_fp4_carta_illford

Continua a leggere

AGOSTINO SANFRATELLO. Dalle parti di Beirut, circa fine anni Ottanta…

Si stupì che i frati superiori l’avessero mandato a prendere, al crocicchio stabilito, caricandolo su una consunta, scassata, rugginosa, tremebonda jeep demilitarizzata (non era dato sapere a quale esercito fosse appartenuta) ma si rinfrancò nell’accorgersi che le quattro ruote motrici erano salvifiche per scalare quei ripidi sentieri innevati. Il convento appariva ancora lontano, appena visibile sulla sommità dell’erta formazione collinare.

Catturafffffff

Continua a leggere

Gli Adelphi della Dissoluzione; Pietro de Marco; Auguste Cochin ed Altre Storie del Potere Iniziatico ovverossia ‘Tutto nasce nelle Biblioteche con l’ausilio dei caveaux bancari…’

[…] il tuo libro, come del resto gli altri, ha il pregio di essere “inquietante”- Inquietante perché individua una immensa rete di circostanze fattuali, contatti personali, luoghi fisici e non solo fisici, modi di pensare ecc. tutti interconnessi e comunicanti. Ecco una spiegazione degli eventi di questa epoca che potrebbe essere fatta valere in un ipotetico tribunale, verrebbe da pensare. E invece no, come tu stesso ammetti. Perché c’è sempre un che di ambiguo e di ambivalente, che potrebbe e non potrebbe, un detto che sottende un non detto, o un dire A per far intendere B a chi di dovere, che si induce la ragione a connessioni logiche difficilmente contestabili, ma si ferma su quella soglia , senza oltrepassarla. Così che rimane la sensazione di essere a un passo dalla verità dimostrata, ma ci si ferma li. Il che ha una spiegazione: quando mai le consorterie esoteriche […] hanno parlato […]? Da quì l’inquietudine che induce, come del resto accade con la madre (o il padre) dei libri che trattano tali questioni; ossia Gli Adelphi dellla dissoluzione del magistrale Maurizio Blondet.

Olympians

Continua a leggere

Corinaldo, Marche, Italia, dicembre 2018

Il pollice va sull’app dello smartphone: con un glissando, quasi in tempo reale, la pesante anta della libreria a tutta parete, una ricercatissima boiserie, si apre sino a far scorgere, quasi che fosse riluttante, un mega schermo. C’è l’ANSA online: Non si contano ancora i morti in un fuggi fuggi generale: un’esplosione di terror panico in una sede dello shivaismo industriale, una discoteca, durante uno schiamazzare dello sciamano elettrico dal nickname ‘Fava Ebbasta’. Sangue e lacerti umani dappertutto. Teo Serré, massa di capelli bianchi ingarbugliati peggio della capoccia di Medusa, avvinghiati come serpi, ammiccò e chiuse la parete altrettanto silenziosamente di come l’aveva fatta sgusciar fuori. Aggiunse tra sé e sé: Shiva e Dioniso sono tra noi! Sono tornati!

sciamanismo-tecniche-arcaiche-dell-estasi-3b2fc74f-0582-497f-b1e2-179308ade27b

 

Continua a leggere

Gore Vidal

È assai significativo che un testo di enorme successo come  Myra Breckinridge, apparso non per niente in pieno tumulto sessantottino – il libro uscì proprio nel 1968 – a firma dello scrittore omosessuale Gore Vidal riporti in quarta di copertina queste note: «Questo libro ha con la decadenza lo stesso tipo di rapporto che le Liaisons dangereuses di Laclos ebbero con la fatuità della società francese del Settecento», (“The Observer”) a suggellare l’opera destruens che la pornologia ebbe sia nell’ ambito della rivoluzione illuminista come in quella sessantottina. Inoltre si legge: «Un assalto metafisico al sancta sanctorum americano: il culto matriarcale la cui missione è ‘la distruzione delle ultime vestigia della virilità tradizionale allo scopo di riordinare i sessi, riducendo la popolazione e nello stesso tempo incrementando la felicità», (“Times Literary Supplement”) a riprova della scoperta intenzione della pornocrazia quale arma finale contro la famiglia patriarcale custode – nel bene e nel male – delle ultime vestigia del Nomos, della Legge e dell’Ordine, prima del Caos finale.

Nanni-Balestrini-Potere-Operaio-1969-alta-1200x900

 

Continua a leggere